MTM n°11 MEDICAL TEAM MAGAZINE
Anno 4 - Numero 1 - gen/apr 2005
Odontoiatria - ricerca scientifica
 



Monica Specchiarello
Monica Specchiarello
specialista in igiene dentale



Anno 4 - Numero 1
gen/apr 2005

 


 



Igiene orale nel comune paziente ospedalizzato
di Monica Specchiarello
specialista in igiene dentale


È nella struttura ospedaliera che deve primariamente attuarsi la nostra azione preventiva, poiché in essa si trovano pazienti con varie patologie che necessitano di interventi mirati all’educazione igienico-sanitaria.
La prospettiva di una degenza crea sempre una situazione ansiogena sia per il malato che per la sua famiglia; in alcuni casi, il paziente malato diminuisce la propria capacità e l’interesse ad accudire se stesso, con il conseguente abbandono delle normali abitudini igieniche, tra cui quelle di igiene orale, con un incremento di condizioni predisposte che esitano in alitosi, patologie dei tessuti duri del dente e parodontali. È fondamentale spiegare al malato che la salute del cavo orale è frutto di un equilibrio multifattoriale facilmente alterabile se non supportato da consapevoli procedure di igiene orale. Il fatto di garantire un’adeguata igiene orale al paziente ospedalizzato tiene conto delle recenti scoperte che ritengono la malattia parodontale fattore eziologico di importanti malattie sistemiche.
A testimonianza dell’ottima compliance del paziente, conseguente all’impegno di un programma motivazionale da me realizzato e costituito dalla compilazione di un questionario a dalla valutazione dell’indice di igiene orale del paziente al momento del ricovero e successivamente alla motivazione e istruzione in merito ai sussidi igienici, è risultato che circa il 70% dei pazienti era soddisfatto dei risultati ottenuti [vd. Grafico].
La divulgazione nella struttura ospedaliera dei concetti fondamentali dell’igiene orale è una cosa di grande importanza e di elevato interesse sociale. Gli ospedali sono le sedi più adatte per fare prevenzione e motivazione, poiché arrestando e limitando la diffusione delle malattie della cavità orale, si migliorano le condizione di salute generale.
Il fatto di trasformare un evento negativo, come la malattia, in uno formativo è di fondamentale importanza; stimolare ed educare ogni paziente ad una corretta igiene orale potrebbe inoltre divenire un ottimo terreno di confronto e sostegno con il paziente su cui grava tutto lo sconforto della malattia.

RISULTATI
 
Igiene orale prima della motivazione Igiene orale dopo la motivazione
1] Cattiva igiene orale
2] Sufficiente igiene orale
3] buona igiene orale