MTM n°13
MEDICAL TEAM MAGAZINE
Anno 4 - Numero 3 - set/dic 2005
Dossier Stress - I disturbi curati con la natura
 




Anno 4 - Numero 3
set/dic 2005

 

I Rimedi sono molto consigliati
per il surmenage, per le crisi
d’ansia, per la depressione di grado lieve, moderato, per alcune forme di fobie, per l’insonnia



Floriterapia, archetipi di fiori per lo stress
di Ermanno Paolelli Psichiatra e Presidente della Società Italiana di Floriterapia
www.floriterapia.org

Modificata negli anni 30’ dal medico inglese Edward Bach, la Floriterapia rappresenta una branca emergente della Medicina Naturale che si avvale di una serie di rimedi preparati a partire da fiori silvestri.
Le indicazioni terapeutiche della Floriterapia sono sicuramente ed in prima istanza, indicazioni volte a attenuare lo stress ed il disagio emotivo. I Rimedi sono molto consigliati per il surmenage, per le crisi d’ansia, per la depressione di grado lieve-moderato, per alcune forme di fobie, per l’insonnia, per i disturbi psicosomatici, del comportamento alimentare e sessuali. Ultimamente si stanno scoprendo anche molte applicazioni di natura più strettamente fisica: cura del dolore, delle infiammazioni, delle reazioni allergiche, del prurito e così via. Per poter meglio comprendere come la Floriterapia possa essere applicata con successo alla gestione delle problematiche inerenti lo stress psicosomatico della vita moderna, occorre analizzare nel dettaglio le due principali metodiche prescrittive tramandateci dal suo fondatore:
Prescrizione Personale
Prescrizione Transpersonale
Nel primo caso la scelta del rimedio, o del cocktail di rimedi, viene compiuta al cospetto del paziente, attraverso un’accurata anamnesi che mette in luce l’insieme degli stati d’animo più scompensati del vissuto personale del soggetto, oltre ai suoi tratti caratteriali più salienti.
Nel secondo caso - la Prescrizione Transpersonale- viene operata una lettura del disagio che va oltre il personale di quell’individuo, viene cioè effettuata una prescrizione sull’Archetipo Spirituale Negato nella malattia in esame. Ma che significa prescrizione sull’Archetipo negato? Ogni condizione patologica, sia di natura fisica, che psichica è connaturata ad un Simbolo negato. Un’intolleranza nega l’Archetipo della Tolleranza, come un’infiammazione nega l’Archetipo della Moderazione ed un ossessione per lo sporco nega l’Archetipo della Purezza. Ogni condizione di stress o disagio psicosomatico nega -secondo questa avanzata riscoperta del pensiero di Bach- un’Archetipo Spirituale Fondamentale e può essere quindi approcciata con un Rimedio che risintonizzi il paziente sull’Archetipo o Principio Transpersonale deficitario [R. Orozco]. Ampliando il metodo classico, questa avanzata visione, ci consente di operare con gocce, pomate, unguenti, sciroppi, oli e colliri. Ad ogni paziente adatteremo la forma farmaceutica più giusta; su ogni paziente opereremo sempre e comunque in maniera “non allopatica” e “non soppressiva” dei suoi disturbi. “Resettare” l’Archetipo negato non significa infatti sopprimere il sintomo accusato. Applicare localmente il rimedio Beech [Tolleranza] su un’allergia, potrebbe in alcuni casi non bastare da solo, ma sicuramente l’informazione-frequenza della Tolleranza non è “soppressiva” in senso allopatico dell’allergia, bensì curativa; questo perché è la Tolleranza che è negata in un’allergia; è questa - in primis - l’informazione da resettare. Nei molti casi in cui sarà richiesto un consiglio terapeutico di non facile personalizzazione, al banco della farmacia, come in consultazioni telefoniche, o su bambini piccoli, piuttosto che lanciarsi in una prescrizione personalizzata approssimativa, la Floriterapia Transpersonale ci darà modo d’intervenire con i suoi composti: sciroppi, pomate, lavande, unguenti, in maniera sempre sicura e statisticamente efficace. A tale scopo alcune aziende omeopatiche [O.T.I., ecc.] hanno formulato, sulle indicazioni provenienti dalla recente ricerca di settore, una serie di Composti Floreali Transpersonali [Original Flower Complex, ecc.] che, ben adattandosi a quanto esposto, spaziano dalle classiche applicazioni emotive sull’ansia, la depressione e lo stress, a tematiche più ampie quali: geopatie, cefalee, dermatiti, vaginiti, artrosi, tosse, insufficienza venosa cronica e medicina estetica.


Dossier stress
Quell’insostenibile ansia da stress
- La performance del corpo nella risposta da stress. Intervista a: A. Panerai
- La depressione mascherata. Intervista a P. Pancheri
a cura di L. Visentini
- L’occhio, le emozioni e lo stress
di V. Pescosolido
- I disturbi d’ansia di V. Pescosolido
- L’agopuntura che cura l’ansia e lo stress (pubbliredazionale)
- Il doppio volto dell’ossigeno e il paradosso Cellfood® di Eugenio Luigi Iorio (pubbliredazionale)
- Gli antiossidanti. Quando le nostre difese diventano inefficaci di M. Alessandrina
- Gli antiossidanti. Le proprietà antiossidanti dei cibi bio di F. Travaglini
- Nasce l’omeotropia, evoluzione dell’omeopatia (pubbliredazionale)
- Dottor Shiatsu di F. Palombini (pubbliredazionale)
- Una Rosa che calma il cuore e la mente di G. Mortini
- Gli oli essenziali per l'aromaterapia di Costantino Demetrio (pubbliredazionale)
- Floriterapia, archetipi di fiori per lo stress E. Paolelli
- I libri