MEDICAL TEAM MAGAZINE - Anno 1 - Numero 1 - sett/ott 2002

 


Trattamenti energetici
 


Elvira Stillo
Elvira Stillo



Reiki manipolazioni con le mani
di Elvira Stillo

Khrysoula Tomboulidon nasce in Grecia. Alterne vicende la portano in Italia.
Qui ha conosciuto il Reiki, ma ha fatto esperienza anche in altre discipline.
Quando ha cominciato ad occuparsi di Reiki?
Premetto che sin dall’età di otto, nove anni ho cominciato ad avvertire delle intense sensazioni di calore nelle mie mani. Ho fatto esperienza di ciò con parenti ed amici, notando spesso, dei positivi cambiamenti del loro stato di salute psico-fisico. Ero da tutti considerata una “piccola strega” soprattutto perché nel mio paese natale, la Grecia, in quel tempo vigeva una forte ignoranza riguardo a queste pratiche. Il mio percorso verso il Reiki, si è arricchito di esperienze varie quali: Dinamica mentale, Ayurvedica, Riflessologia plantare. Tuttavia in queste pratiche non ho avvertito un totale coinvolgimento.
Fu l’incontro con un vero maestro giapponese di Reiki, nel 1983 a Roma, che determinò la definitiva scelta della mia vita: quello di diventare maestro di Reiki e terapeuta.
È facile seguire un corso di Reiki?
Si, il corso è semplice ed è articolato in tre livelli. Nel primo livello si comincia a percepire l’energia, si fa conoscenza con i sette chakra principali dell’essere umano, e si può iniziare ad usare l’energia per se stessi e per gli altri, lavorando come “canali trasmettitori”.
Nel secondo livello si viene a conoscenza di tre dei cinque simboli che servono ad accedere direttamente all’energia, dirigendola alle persone che vogliamo curare, che si trovano accanto a noi, o la possiamo dirigere a persone distanti da noi. Questa pratica è chiamata “terapia a distanza”.
Il terzo livello completa il corso, spiegando l’uso degli ultimi due simboli.
Con quali persone espleta la sua attività terapeutica?
Con tutti coloro che desiderano iniziare un cammino spirituale, o conoscere se stessi attraverso una nuova esperienza, perché il Reiki, permette a tutti la possibilità di sperimentare la propria energia.
Quanto dura un trattamento Reiki?
Dipende dal soggetto. Ogni seduta ha la durata di 40 minuti, ed i trattamenti persistono nel tempo sino a quando la persona avverte un ottimale stato di benessere.


STORIA DEL REIKI
La storia o la leggenda fa risalire il Reiki Tradizionale e la sua diffusione nell’occidente, alla seconda metà dell’Ottocento con Mikao Usui, preside e docente di teologia cristiana presso la Doshisha University di Kioto, in Giappone.
La richiesta dei suoi studenti, che desideravano sapere come Gesù curasse i malati, lo spinse ad intraprendere una ricerca durata 10 anni per scoprire ed intraprendere tale metodo.
Usui ricercò informazioni utili nel buddismo, nell’induismo e nel cristianesimo, in quanto c’erano moltissime affinità tra la vita di Buddha in India e quella di Gesù, avvenuta 543 anni dopo, in Palestina. Gli fu detto che gli antichi metodi di guarigione spirituale, erano andati perduti e l’unico modo per conoscerli era seguire il Sentiero dell’Illuminazione.
Nel monastero Buddista Zen, Mikao Usui trovò alcuni testi che descrivevano la forma curativa; ma non era sufficiente conoscere la formula ed i simboli, essi dovevano essere attivati.
Si ritirò pertanto sul monte Kori-Yama in Giappone, dove intraprese tre settimane di digiuno e di preghiera, alla mattina del ventunesimo giorno, egli vide un fascio di luce dirigersi verso di lui.
La luce colpì il suo Terzo Occhio ed egli perse temporaneamente conoscenza. Al suo risveglio, tra milioni di bolle dei colori dell’arcobaleno, vide i simboli Reiki.
A mano a mano che li osservava, riceveva le informazioni relative per poter attivare l’energia curativa. Iniziò a pellegrinare nel Giappone, curando malattie e iniziando a diffondere il Reiki.


Dove e Come
Per ulteriori informazioni:
Telefono: 06.5074050Cell. 333 2276918
e-mail: masterkhrysoula@libero.it
lcq 89612223 Nick name: Reiki
Sito: http//digilander.iol.it/reikionweb

Khrysoula Tomboulidon