MTM n°27
MEDICAL TEAM MAGAZINE
Anno 10 - Numero 1 - dic 2010/feb 2011
News
 






Anno 10 - Numero 1
dic 2010/feb 2011

 

Analyser Gas Expiratory Level è il vero nome di Angel e significa “analizzatore del livello di gas nell’alito”, dove gas è l’alcol che si assume


Il dispositivo arriva addirittura a far rallentare e fermare l’auto




ARRIVA L'AUTO ANTI-ALCOL, SI BLOCCA SE CHI GUIDA HA BEVUTO TROPPO

da www.lastampa.it

Con Angel se il conducente ha bevuto troppo l’auto rallenta o si ferma ANGEL, un dispositivo anti alcol per auto in grado di individuare esattamente chi delle persone a bordo dell’auto abbia bevuto troppo. E, nel caso in cui sia stato il conducente dell’auto ad alzare il gomito, il dispositivo arriva addirittura a far rallentare e fermare l’auto. Lo riferisce il quotidiano nazionale, spiegando che il dispositivo battezzato ANGEL, Analyser gas espiratory level, è stato messo a punto da Gianfranco Azzena direttore della clinica chirurgica dell’università di Ferrara e dall’ingegnere Antonio La Gatta titolare di un’azienda padovana di software.
Angel è stato presentato recentemente al Polo della Qualità di Napoli nell’ambito della manifestazione “Genio e Tecnologia italiana” dove è stato montato come prototipo su una Fiat Bravo. Il dispositivo ha tre sensori che rilevano il tasso alcolico delle persone all’interno dell’auto. Se il conducente ha bevuto troppo l’auto rallenta o si ferma. ANGEL non si lascia ingannare perché annusa l’alito del guidatore ogni 10 secondi e non prevede la volontarietà del controllo così l’analisi dell’alito del conducente avviene sempre e comunque.
Il sensore dell’alcol può essere poi affiancato anche a uno per gli stupefacenti. Il progetto è ora sul tavolo del ministro dei Trasporti. «Nel 2007 -spiega il professore Azzena- la Clinica che dirigo aveva sottoscritto una convenzione con il ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, per la sperimentazione del progetto ANGEL. Ora abbiamo concluso la fase sperimentale e abbiamo inviato al ministero tutta la documentazione relativa al dispositivo».